cane bull terrier

Bull Terrier un cane forte e con la testa a posto!

Oggi parliamo di un cane con caratteristiche assolutamente particolari, dalla testa montonina e carattere forte, il Bull Terrier.

Il cane Bull Terrier: le origini

Inconfondibili le linee della testa di questo cane che lo rende unico nel vasto panorama delle razze canine.
Già nel 1850 in Gran Bretagna un grande appassionato ed allevatore James Hinks ha redatto il primo standard della razza, scegliendo di evidenziare non soltanto le caratteristiche comportamentali ma anche la sua testa a forma di uovo!
Esposto alle prime manifestazioni canine dell’epoca riscuote un grande successo che nel 1887 fece fondare il club di tutela di questi cani che fondano le loro radici nei leggendario old white english terrier, tipologia alla base di moltissime razze terrier.

Spray pelo lucido cane dogshealth
Spray pelo lucido cane dogshealth

Caratteristiche morfologiche

bull terrier carattere morfologia

Bull Terrier: carattere e morfologia

La testa rappresenta un elemento distintivo.

Lunga e forte, vista di fronte ha forma di uovo ed è piena, con il profilo che mostra una curva gentile verso il basso, dalla sommità del cranio alla punta del naso.

I denti sono forti creano una perfetta e completa chiusura a forbice.
Cioè gli incisivi superiori si sovrappongono, a stretto contatto, agli inferiori.

Gli occhi triangolari, sono piazzati obliquamente, ben impiantati di colore nero o marrone, il più scuro possibile. Donano uno sguardo penetrante e tagliente in chi li guarda.

Le orecchie sono piccole, fini e posizionate vicine tra loro, portate erette e rigide verso l’avanti quando il cane è in attenzione.
Il corpo è muscolato e ben arrotondato con un leggerissimo ventre risalente, dovuto ad una gabbia toracica ben discesa e profonda.
La coda è grossa alla base, assottigliandosi a punta verso la fine.

Caratteristiche di standard

Lo standard della razza recita “

non ci sono limiti né di peso né di altezza, ma ci dovrebbe essere l’impressione di massima sostanza nella mole del cane, tenendo conto
della qualità e del sesso. Il cane deve essere sempre proporzionato.

Esiste una varietà di taglia più piccola che è stata riconosciuta come razza, ovvero il Miniature Bull Terrier, con le medesime caratteristiche ma in versione ridotta, con l’altezza al garrese fissata in massimo 35,5 cm al garrese.

Caratteristiche del pelo

Il pelo è corto, piatto, uniforme e duro al tatto mentre la pelle è strettamete aderente.

I colori sono sicuramente il bianco puro, classico uniforme anche se la cute lascia intravedere alcune pigmentazioni più scure che non si estendono mai sul pelo, se non per piccole macchie spesso nella zona delle orecchie.

La variante colorata offre varie opzioni:

  • nero
  • tigrato
  • rosso
  • fulvo
  • mantello tricolore.

Colorazioni cioccolato (marrone) o grigio ardesia (blu) sono indice di mescolanze genetiche e sono quindi altamente indesiderate.

Carattere del Bull Terrier

bull terrier cane sportivo

Bull Terrier: cane sportivo

Anche il suo temperamento lo rende particolare.

Lo accomuna certamente alla grande famiglia dei Terrier, per il suo essere “on/off”.

Ovvero quando è in riposo si lascia andare a profonde pigre ore di relax, magari sul divano in posizioni da orso yogi, quasi alienandosi da ciò che lo circonda.

Mentre quando è in attività diventa un vero portento!
Offrendosi come uno sportivo in ogni azione, focoso e ingerente, ma sempre con la sua sensibilità.

Grande amante delle persone anche se rimane avaro di attenzioni verso gli estranei, ricerca spesso il contatto fisico con i membri umani di cui assimila moltissimo nel suo stile di vita.

Con gli altri cani molto è influenzato dalla linea familiare di origine, oltre che dall’educazione impartita durante il periodo della crescita.

Una sana socializzazione non po’ che favorire le relazioni.

Lo stesso dicasi per gli altri animali, per i quali pur mantenendo un forte istinto predatorio, riesce ad amalgamarsi con grande scioltezza. Non è raro vederlo in effusioni con il gatto o il coniglietto di casa.

Diversa invece la reazione verso tutti gli altri, fuori casa! La sua indole rimane quella di un cane buono, calmo e tendente alla disciplina, anche se il suo atavico istinto terrier lo rende un cane ogni tanto un po’ ostinato. Alcuni cinologi lo ritengono un cane per “gente raffinata”!

Allevamento del Bull Terrier

bull terrier allevamento

Bull Terrier: allevamento

Come spesso ribadito, l’allevatore ha un ruolo importante nel far nascere cani predisposti verso l’equilibrio e la docilità, sempre nei limiti delle caratteristiche di razza; ricordiamo le origini di questi cani che fino ad un secolo fa dovevano essere pieni di coraggio indomito e pronti al confronto.
Benché sia una razza poco diffusa nel nostro paese è comunque molto conosciuta, vista la sua silhoutte che crea curiosità da parte del pubblico.

Non ha mai ottenuto comunque un grande successo, inteso come nascite in Italia. Negli ultimi 10 anni il numero dei nuovi nati ufficialmente registrati nei Libri Genealogici dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana sono costantemente intorno ai 500-600 soggetti, con un lieve calo al di sotto dei 400 nel 2019.

Problemi e malattie del Bull Terrier

Spray purifyl cane dogshealth
Spray purifyl cane dogshealth

La salute è un aspetto da non sottovalutare, stando attenti a quelle patologie della cute e renali.
Trattasi di malattie anche letali che si aggiungono invece a quelle invalidanti come la lussazione primaria del cristallino o la paralisi laringea. Naturalmente possono essere evitate attraverso un test genetico dei riproduttori, evitandone così l’insorgenza nella discendenza.

Ti consiglio un libro interessante “Salute e alimentazione del cane: bisogni nutrizionali e realtà scientifiche” di S. Bonasegale e A. Barera.
Ma se vuoi conoscere tutte le razze… ti consiglio “Il giro del mondo in 80 cani” di A. Montefusco.

Se vuoi saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle novità di Dog’s Health, unisciti alla nostra community Facebook.

About the Author / Alfonso Montefusco

guidecinofile@gmail.com

Perito agrario specializzato in Zootecnia, oggi è Consulente cinofilo, reporter ed organizzatore di eventi. Controllore di Allevamento ENCI da oltre 20 anni, da sempre collabora con tanti allevatori seri di svariate razze in tutta Europa.In passato si è occupato del recupero comportamentale di cani da canile. Apprezzato Speaker e commentatore in manifestazioni tecniche, scrive articoli per diverse testate su carta e web. Interessato a tematiche per il rispetto del Benessere Animale e la Biodiversità. Autore del libro “Il Giro del Mondo in 80 cani”.