bulldog inglese

Bulldog inglese: cosa c’è da sapere

Il cane Bulldog Inglese

Il Bulldog è un cane brachicefalo. La sua caratteristica principale è quella di avere una testa più sviluppata in larghezza che in lunghezza. Il muso “schiacciato” di questi animali rende la loro espressione particolarmente simpatica e particolare.

Le origini del Bulldog

Simbolo inequivocabile dell’idea di forza britannica, lo stesso Winston Churchill durante il conflitto mondiale, si fece fotografare insieme a questi cani già presenti in tutta la nazione inglese già dal 1630.
Già in epoca romana cani di questa tipologia, ma più alti sugli arti e dal temperamento più ardito, venivano utilizzati nelle arene e nei combattimenti con tori ed altri animali.

Dopo il 1835 il cane di razza Bulldog cominciò ad evolvere nella versione, più tarchiata, dal muso più corto che conosciamo ora.

Lo potremmo definire un ex lottatore datosi alla famiglia, pur rimanendo nello spirito un guerriero.

Caratteristiche morfologiche

bulldog inglese allevamento

Bulldog Inglese -allevamento King & Queen’s Bull

Il Bulldog Inglese ha un aspetto unico nel panorama delle razze canine: relativamente tarchiato e piuttosto basso di statura, largo, potente e compatto.

La testa larga rispetto alla taglia, ma non eccessiva al punto di alterarne una certa armonia generale, con un muso relativamente corto che gli dona quella tipica espressione prognata, disegnata fra guance, rughe e la sua posizione in una vera e propria faccia.

Le narici devono essere sempre ben aperte, con una conformazione del naso appropriata che sia sintomo di una buona respirazione.

Non devono mai mostrare difficoltà respiratorie!

Nonostante l’aspetto compatto, gli arti e la struttura non devono interferire con il movimento.

La coda del Bulldog è inserita bassa, si protende piuttosto diritta, per poi curvarsi verso il basso, rotonda di moderata lunghezza , più corta che lunga.
Spessa alla radice, si assottiglia rapidamente in una punta fine.

La mancanza di coda, code incarnite o estremamente aderenti sono indesiderate.

Caratteristiche del pelo

bulldog inglese rosso

Bulldog Inglese rosso

Il pelo del Bulldog Inglese è liscio di tessitura fine, corto e fitto. Svariati possono essere i colori, a tinta unita con maschera oppure il muso neri.
Troviamo cani:

  • tigrati
  • rossi – con le varie tonalità, fulvi, fulvi chiari
  • bianchi screziati con macchie e pezzature.

Il colore nero e nero con focature sono estremamente indesiderati.

Carattere del Bulldog Inglese

bulldog inglese caratteristiche

Carattere

Il carattere di questi cani è il loro punto di forza: chi vive con un Bulldog Inglese ne rimane affascinato per la grande umanità che esprime, pur rimanendo un cane nei comportamenti.
Riunisce l’impressione di determinazione, forza e attività.

Sveglio, audace, leale, ubbidiente, coraggioso, dall’aspetto fiero, ma di natura affettuosa.
Questo cane ama il contatto fisico ed in casa apprezza molto tenere d’occhio tutto ciò che accade, fra un riposino ed un pisolo.

Apparentemente può sembrare un cane pigro, ma in realtà ama le comodità e dentro il suo cuore si sente un grande sportivo da sprinter!
Alterna, infatti ore di ronfate a grandi momenti di performance.

Naturalmente l’umano deve avere discernimento nelle attività con questi cani.

non pensare certo di fare trekking tutte le domeniche per chilometri… Hai sbagliato cane!

Benché socievole con persone e cani, in alcuni casi il Bulldog riesce ad essere un ottimo cane da guardia, con sorprendenti azioni che vanno molto aldilà della sola dissuasione, data dal suo aspetto.

Adatto a tutti perché si fonde con lo stile di vita degli umani che lo fanno entrare nella loro quotidianità, questo cane vive benissimo in appartamento quanto in campagna.
Dolcissimo con bambini, il Bulldog Inglese dimostra una grande pazienza, ama stare insieme alla sua famiglia, digerisce poco la solitudine ed ama essere coinvolto in ogni cosa.

Problemi e malattie del Bulldog: il ruolo dell’allevamento

La salute occupa una parte preponderante nella popolazione di questi cani, un allevatore serio investe moltissimo nella prevenzione e nel testare i propri riproduttori.

Quindi la selezione mirata permette di far nascere cani con le caratteristiche tipiche e contemporaneamente sani.
L’eccezione conferma la regola, ma ti assicuro mai come in questo caso la percentuale è molto bassa!

Le principali patologie che possono colpire la salute del Bulldog Inglese, sono a carico di:

  • pelledermatite atopica
  • occhi – ipertrofia della ghiandola della terza palpebra (cherry eye)
  • sistema nervoso – emivertebre
  • cuore – stenosi polmonare, stenosi aortica e tetralogia di Fallot
  • apparato osteo-schelettrico – displasia dell’anca e gomiti

Altro problema da conoscere è la BAOS (Sindrome del cane brachicefalo).
Questa deve essere scongiurata cercando di selezionare soggetti non ipertipici, con canne nasali correttamente costruite e narici mai chiuse (stenotiche).

Questa sindrome porta a uno sforzo respiratorio eccessivo con gravi conseguenze su tutto l’organismo.

Inoltre, il cane brachicefalo ha un sistema di raffreddamento ancora meno efficiente del normale, essendo maggiormente predisposto al colpo di calore anche in condizioni di non eccessivo caldo: può bastare anche una fortissima agitazione o spavento per farli entrare in uno stato di iperventilazione e causare un temporaneo collasso.

In particolare è da tenere monitorata la lunghezza del palato molle che non deve interferire con la normale respirazione e deglutizione.

Resta fondamentale quindi, affidarsi sempre ad allevatori che, prima di darti un loro cucciolo, esigano di conoscerti o ricevere delle garanzie, oltre a selezionare soggetti soprattutto sani.

Igiene del Bulldog

bulldog inglese pieghe muso

Pieghe e rughe del muso

Gli stessi allevatori sapranno consigliare come pulire la loro ruga più delicata: quella del naso, che può sporcarsi durante il pasto e necessita di essere gestita in modo particolare.

La pulizia della ruga deve essere fatta con regolarità.

I prodotti per la pulizia delle pieghe dei Bulldog devono essere:

  • non invasivi
  • ben idratanti
  • naturali
  • ben detergenti (ma non disinfettanti)
  • che non lascino residui.

In Italia la razza Bulldog è molto apprezzata, negli ultimi 10 anni abbiamo una media di circa 2000 cuccioli registrati ogni anno al Mipaaf, grazie all’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, unica associazione italiana abilitata al rilascio dei certificati genealogici ufficiali.

L’ unica avvertenza: le sue rughe creano dipendenza… È impossibile riuscire a staccarsene!

Il club di razza? Eccolo qui Circolo Italiano Bulldog

Se vuoi saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle novità di Dog’s Health, unisciti alla nostra community Facebook.

I seminari Dog's Health: Tutto sul Bulldog Inglese

About the Author /

guidecinofile@gmail.com

Perito agrario specializzato in Zootecnia, oggi è Consulente cinofilo, reporter ed organizzatore di eventi. Controllore di Allevamento ENCI da oltre 20 anni, da sempre collabora con tanti allevatori seri di svariate razze in tutta Europa. In passato si è occupato del recupero comportamentale di cani da canile. Apprezzato Speaker e commentatore in manifestazioni tecniche, scrive articoli per diverse testate su carta e web. Interessato a tematiche per il rispetto del Benessere Animale e la Biodiversità. Autore del libro “Il Giro del Mondo in 80 cani”.