fbpx
quale razza cane meticcio

Cane meticcio? Scopriamo le razze che si nascondono

I meticci sono cani che racchiudono nel loro DNA un mix di caratteristiche derivate dalla loro storia genetica.

Saperle riconoscere è importante per capire meglio come interagire con loro, rispettandone le attitudini.

Cane meticcio: cosa significa?

Quando portiamo a casa un cane che non ha documentazione che ne attesti la razza (il Pedigree per intenderci) significa che diventiamo i fedeli amici di un meticcio.

Un cane meticcio è un soggetto nato dall’incrocio di due razze diverse.

Ma è un meticcio anche qualunque cane che, nonostante sia nato da padre e madre di razza, non sia forniti di Pedigree (documento che ha un costo di soli 40,00 euro e che è bene richiedere e pretendere sempre, se si deve acquistare un cane che viene venduto come “di razza”).

Possedere un meticcio non è certo un male, ovviamente, ma diventa necessario comprendere quali siano le sue attitudini, per essere in grado di capire il suo carattere, prevedere le necessità e comportamenti.

Non solo.
Sapere che razze si celano dietro al nostro meticcio è fondamentale anche per capire quali potrebbero essere le malattie genetiche che potrebbero affliggere il cane, patologie che si potrebbero manifestare anche avanti con l’età e che, se non specificamente ricercate, non si sospetterebbero neanche.

Carattere dei cani meticci: come saperlo?

L’unico modo per capire che carattere ha un bastardino è quello di riconoscere gli incroci che lo hanno generato
Per farlo è necessario conoscere molto bene le razze dei cani e, soprattutto, essere in grado di comprendere come si potrebbero essere evoluti all’interno di quel cane.

Non basterà osservarlo, ma sarà necessario vederlo muovere e interagire con gli altri cani e animali, oltre che con l’uomo.

In generale, il carattere del meticcio deriva dal carattere della razza maggiormente presente al suo interno.

Meticcio contro cane di razza: sfatiamo falsi miti

Pensare che il classico bastardino sia più rustico, senza malattie e più forte di un cane di razza, è solo una credenza, in quanto anch’esso, nasce da incroci di razze e anzi, il fatto che nasca da incroci non selezionati, li mette potenzialmente a maggior rischio di malattie geneticamente trasmissibili.

Un allevatore serio, seleziona i soggetti che sono liberi da malattia (per quanto sia possibile) facendo rigorosi test del DNA per escludere dalla riproduzione soggetti che sono portatori di tare genetiche.

Ciononostante, ci sono moltissimi soggetti purissimi che sono ancora non sani e portatori di malattie o mutazioni.

Sapevi, ad esempio, che non sono solo i Collie (e suo incroci) ad essere incapaci di metabolizzare alcuni farmaci, perch̩ portatori di una mutazione genetica (chiamata Multi Drug Reactivity-1 РMDR1)?

Molte altre razze lo sono:

  • Pastore delle Shetland
  • Pastore Australiano
  • Pastore Tedesco
  • Pastore Svizzero Bianco e altre razze

Questo è molto pericoloso, perché gli incroci che potrebbero derivare dagli accoppiamenti di tutta questa popolazione di cani, aumenta in modo importante la possibilità di avere soggetti con problemi.

Questo è solo uno dei problemi che potrebbero celarsi ed ecco perché è così importante sapere cosa potrebbe esserci dietro al tuo meticcio.

Cane meticcio: quale razza si cela dietro di lui?

Quando il meticcio è un simil cane di razza, cioè un soggetto che ha tutte le caratteristiche estetiche di un cane di razza, ma non lo è in quanto non ne ha il certificato, tutto è più semplice.

Ma, spesso non è così e ci si trova di fronte soggetti la cui tipicità diventa un vero rompicapo.

Vediamo alcuni esempi che sono stati posti al nostro esperto cinofilo e Guida Cinofila Alfonso Montefusco.

che razza c'è nel meticcio

A sinistra Humla simil Epagneul Breton, a destra Luna, mix Pastore Maremmano e Setter Inglese

Humla: meticcio simil Breton

Humla ha tutta l’espressione di un cane da caccia, l’Epagneul Breton.

Le sue caratteristiche saranno quindi quelle di un soggetto ottimo compagno di casa, affettuoso e docile, poco atto alla guardia e difesa, ma molto attento alla predazione.
La sua attitudine è la caccia e quindi sarà un cane che potrà avere grande beneficio da giochi di attivazione mentale olfattiva.

Dal punto di vista delle malattie è un cane tendenzialmente rustico e senza particolari problemi.

Chissà se la sua proprietaria sarà d’accordo con l’analisi fatta?

Luna: meticcio Pastore Maremmano e Setter Inglese

Luna (a destra nella foto) ha 5 anni e appare come un mix tra un cane da Pastore Maremmano e un cane da caccia, il Setter Inglese.

La struttura ossea è importante, con maculatura picchiettata, simile a quella che si trova nel Setter appunto.

Da questa analisi potremmo dire che:

  • ha un carattere indipendente
  • diffidente con chi non conosce, tipico del Pastore Maremmano
  • tendenzialmente pigro, perché ha un predatorio che si mette in atto solo quando c’è una ragione importante
  • è un cane osservatore, che agisce, solo se c’è bisogno.

Il suo più grande problema potrebbe essere, nel tempo la gestione del tronco posteriore, essendo di taglia grande.

 

Come riconoscere le razze di un meticcio

a sinistra Kira di 2 anni Amy a destra, 4 anni

Qui sopra vediamo altri due cani.

Meticci simil Spitz, Pastore Islandese e Podegno Portoghese

Kira di 2 anni, piccola femmina di simile allo Spitz Giapponese o Pastore Islandese.
Cani da compagnia, erano avvertitori molto attivi, con tendenza ad abbaiare anche per nulla (considerazione importante e da sapere, magari prima di portarlo a casa).

A destra vediamo Amy, un cane di piccola taglia in cui si intravede una razza particolare: il Podengo Portoghese, ma sembrerebbe anche presente del Pincher e Terrier

Questi cani hanno un grande tendenza alla territorialità e sono ottimi predatori e inseguitori (come il Jack Russell tipico cane da scuderia che veniva utilizzato per cacciare i topolini).
Rustico, piccolo, adatto alla casa ha la tendenza ad abbaiare, per la grande personalità e, probabilmente, ha predisposizione a essere un ottimo guardiano.

Dal punto di vista della salute del cane, potrebbe essere soggetto a lussazione della rotula.
Mentre, il suo mantello, totalmente uniforme e la tendenza ad avere le zampe bianche, occhi neri e scuri, potrebbe significare che sia un cane primordiale, per cui rustico e frugale.
Cani che, probabilmente non si adattano a mangiare qualunque cosa, perché abituati ad andarsi a cercare il cibo (sottoforma di prede).

meticcio come riconoscere le razze

Meticci simil Shitzu e Volpino

In basso Bernard di 6 anni, in alto a sinistra Rita di 14 anni, a destra, di color cioccolato, Milo di 9 anni.

Rita, femmina bianca che vedi in alto a sinistra, può avere al suo interno lo Shitzu o il Lasa Apso, simile anche ad un piccolo cane da fattoria olandese.

Lo sguardo attento, vivido e il pelo potrebbe ricondurlo anche al Gleen of Imaal Terrier, cane da fattoria e predatorio per la caccia ai piccoli roditori.

Questi cani si sono evoluti nelle dimensioni e rapporti per essere adatti a entrare facilmente, nelle tane del selvatico (volpe o tasso).

Dal punto di vista del carattere, sono cani che pretendono molto i loro spazi e tendono ad essere prepotenti.

Milo, 9 anni e 9 chili, è un piccolo cane da Pastore del nord o Spitz, o Volpino.
Potrebbe essere un piccolo cane da pastore delle renne.

Ha uno sguardo molto intenso, con carattere molto affettuoso.
Spesso venivano utilizzati come cani da circo per la loro capacità di apprendimento e grande addestrabilità.

Bernard, 6 anni nato ha la morfologia del molosso, caratteristica dettata dalla tigratura del mantello, conformazione del cranio e gli occhi quasi frontali.
Potrebbe essere un Mastino o Alano spagnolo.

Come carattere, dovrebbe essere un soggetto indipendente, dal grande temperamento, tendente a non fare una cosa se proprio non è strettamente necessario.

Per sapere proprio tutto sui cani che abbiamo visto in foto, ti consiglio di ascoltare la diretta di Alfonso Montefusco da qui.

I seminari Dog's Health: scopri la razza nascosta nel tuo meticcio

About the Author /

silviacamnasiob@gmail.com

Medico Veterinario, si dedica alla divulgazione di buone pratiche cinofile, scrivendo testi medici comprensibili per tutti.