fbpx

Come lavare il cane a secco?

come lavare il cane a secco

Come lavare il cane a secco?

Spesso si sente parlare di shampoo a secco.

Uno shampoo a secco è un detergente che, senza acqua rimuove lo sporco dal pelo del cane.

Ne esistono di varie formulazioni:

  • schiuma
  • spray
  • polvere

ma tutti hanno una caratteristica comune: avere al loro interno dei tensioattivi, sostanze che hanno affinità con il grasso (da una parte) e l’acqua o l’aria dall’altra.

In pratica sono delle molecole che si legano allo sporco per portarlo via con sé una volta asportate dall’acqua o dallo spazzolamento,

Gli shampoo a secco però sono fatti apposta per non dover essere risciacquati e quindi, in pratica, rimangono sul pelo.

Per rimuoverli dal manto si deve o spazzolare, pettinare o passare uno strofinaccio, ma il residuo di esso permane sempre, lasciando tracce sul pelo.

Ecco perché, personalmente, non amo il loro utilizzo se non in casi assolutamente particolari, di emergenza e, comunque, sempre e soltanto se, nel giro di poco tempo, è possibile rimuoverli dal pelo del cane.

Shampoo a secco: perché non usarlo al posto dello shampoo tradizionale.

Usare questi prodotti regolarmente e al posto dello shampoo tradizionale è sconsigliato per svariati motivi:

  • lasciano troppi residui sul pelo rendendolo appiccicoso;
  • la permanenza sul manto è possibile fonte di irritazione: i tensioattivi sono pur sempre detergenti che, per quanto di qualità, se permangono su un tessuto biologico come la cute o il pelo, a lungo andare possono creare fastidio;
  • possono facilmente essere leccati: la sensazione di fastidio sul pelo del cane può indurlo a cercare di lavarselo leccandolo e questo non è certamente una buona cosa;
  • il pelo tende a spezzarsi troppo: per poter rimuovere lo sporco, il prodotto va poi spazzolato dal pelo che avrà la tendenza a spezzarsi.
cane che si lecca

Cane che si lecca

Shampoo a secco: quando è possibile usarlo?

Ci possono essere delle situazioni di emergenza in cui, eventualmente, si può ricorrere a questi prodotti, come ad esempio, nel caso in cui il cane si sia sporcato in modo eccessivo e non sia possibile lavarlo nell’immediato con acqua, perché non c’è al momento, ma potremo farlo in seconda battuta.

Può capitare ad esempio che il cane si sporchi con sostanze oleose che, se permanessero a lungo sul pelo, sarebbero altamente irritanti e che con la sola acqua non verrebbero via. Si pensi a oli meccanici, gasolio o simili.

In tal caso l’uso di shampoo a secco, soprattutto in polvere, potrebbe essere utile.

Altra situazione in cui è possibile utilizzarlo, è quando sia necessario effettuare un pre-lavaggio del cane.

Se l’animale è molto sporco o si è inzaccherato con sostanze particolarmente grasse, oleose e persistenti, può essere sottoposto a trattamento lasciando agire il prodotto in modo che sciolga bene lo sporco, per poi passare al lavaggio tradizionale.

cane golden retriever sporco

Cane golden retriever molto sporco

Quali formulazioni di shampoo a secco a seconda della lunghezza del pelo?

Le formulazioni in spray o schiuma sono consigliate per il pelo corto che, ricordo, va sempre e comunque ben spazzolato e asciugato dopo il suo utilizzo.

Le formulazioni in polvere sono più adatte per il pelo lungo

Come utilizzare lo shampoo a secco

  1. Si inumidisce prima il pelo
  2. si mette la polvere in modo che aderisca
  3. si lascia asciugare
  4. poi si spazzola.

Shampoo a secco fai da te: protettivo per pelo lungo sulle zampe

I cani con pelo particolarmente lungo sulle zampe, quando fanno pipì si schizzano inevitabilmente.

Questo rende necessario capire come gestire il momento della passeggiata che, senza i dovuti accorgimenti, obbligherebbe a lavare molto spesso il pelo del cane, che altrimenti rimarrebbe sporco di pipì, puzzerebbe e si macchierebbe.

Un modo efficace è quello di utilizzare un protettivo che si sporchi al posto del pelo…

Puoi utilizzare un mix fai da te, prendendo:

  • fecola di patate
  • borotalco

Procedi poi come segue:

  1. Inumidisci con uno spruzzino il pelo del cane;
  2. spargi la polvere sul pelo con un contenitore simile a quello del borotalco (con il coperchio forellato);
  3. attendi che si asciughi parzialmente.

In questo modo, la polvere aderirà al pelo, formando uno strato protettivo e assorbendo le gocce di pipì che inevitabilmente arriveranno addosso durante la passeggiata.

Man mano, il pelo si asciugherà ancora e, prima di rientrare a casa, potrai spazzolare il cane che, a quel punto avrà perso la miscela di polvere e pipì.

Questa formulazione consente al pelo di non rimanere inzaccherato e l’uso di questi componenti, naturali, lo protegge.
Al rientro potrai sciacquare velocemente il pelo che sarà molto meno sporco.

La stessa procedura la potresti utilizzare anche con uno shampoo a secco in polvere, avendo cura di spruzzarlo sempre sul pelo umido, ma al rientro è essenziale lavare comunque il pelo.

Ringrazio Laura Besati (Federazione Nazionale Toelettatori) per la collaborazione.

About the Author /

silviacamnasiob@gmail.com

Medico Veterinario Silvia Bonasegale Camnasio