fbpx

Lacrimazione degli occhi nel cane con pelo bianco

lacrimazione occhi cane maltese barboncino

Lacrimazione degli occhi nel cane con pelo bianco

Se il tuo cane ha i peli intorno agli occhi rossi e ossidati, di solito ti viene detto che è colpa dell’alimentazione, ma sarà proprio solo così?

In realtà, purtroppo la situazione può essere molto più complicata e, a volte irrisolvibile. La questione viene maggiormente sollevata dai padroni di cani barboncini e maltesi, in cui il pelo bianco macchiato di rosso crea un problema principalmente estetico, eppure come vedremo, è una situazione diffusa che riguarda molte razze canine, a prescindere dalla colorazione del pelo.

In questo articolo cercherò di farti capire come comportarti di fronte ad un problema tanto diffuso quanto mal trattato.

Lacrimazione del cane

Le lacrime hanno una funzione fondamentale: quella di umettare l’occhio che si secca molto velocemente e che, senza di esse, si ammalerebbe.

Fisiologicamente, si formano in continuazione e si raccolgono nell’angolo verso il naso, dove vengono distribuite per capillarità sul bulbo oculare formando un film, una pellicola liquida.

Ogni volta che il cane chiude le palpebre ne distribuisce una quantità maggiore e l’eccesso viene riconvogliato verso l’angolo interno (mediale) dell’occhio, nei canalini vicino al naso che riassorbono il liquido.

Il 25% delle lacrime viene, invece, disperso per evaporazione.

Le lacrime aumentano normalmente in quantità a seconda di:

  • condizioni atmosferiche
  • presenza di corpi estranei da “lavare”
  • irritazione ecc.

ma se il sistema funziona in modo corretto, il riassorbimento avviene senza inconvenienti e non si ha fuoriuscita di lacrime.

Lacrimazione eccessiva o epifora?

Se la situazione diventa anomala può diventare:

  • lacrimazione eccessiva: per reale aumento della produzione di lacrime
  • epifora: per anomalia dei condotti e alterazione del drenaggio.

condizione in cui le lacrime, per un motivo o per l’altro non riescono più a essere risucchiate all’interno dell’apparato e fuoriescono.

Cause di lacrimazione eccessiva

Esistono cause congenite cioè condizioni presenti fin dalla nascita, soprattutto legate ad una errata conformazione dei canali nasolacrimali che non consentono il riassorbimento delle lacrime in modo corretto e cause acquisite, cioè legate a cause esterne, non legate all’anatomia del cane.

Cause congenite di lacrimazione

Tra le altre, una riduzione del lume del canale lacrimale o addirittura una non perforazione dello stesso colpisce razze quali:

  • Cocker Spaniel Inglese e Americano,
  • Bedlington
  • Sealyham Terrier
  • Golden Retriever
  • Barbone nano e toy
  • Samoiedo
lacrimazione occhi cane cocker spaniel

Cocker Spaniel con eccesso di lacrimazione

Esiste poi una condizione congenita nota come l’Epifora del Barbone bianco in cui, per cause non note o presumibilmente legate alla presenza di pigmenti particolari (lacto-ferrini) nelle lacrime, il pelo intorno agli occhi si macchia di rosso.

Questa sindrome è frequente soprattutto nelle razze:

  • Barbone nano e toy
  • Bichon Frisè
  • Maltese
  • Shih-Tzu
  • Tibetan Spaniel.

Si considerano predisponenti alcune condizioni anatomiche particolari quali il globo oculare molto prominente, con un’orbita piuttosto piatta, la scarsa dimensione del lago lacrimale (l’angolo dell’occhio vicino al naso dove le lacrime possono essere convogliate e riassorbite, se troppo stretto il liquido fuoriesce) e altre.

Tale condizione è prevalentemente cosmetica e non incide sulla salute del cane, ma potrebbe esitare, talvolta, in dermatiti localizzate.

Cause acquisite di eccessiva lacrimazione

Le malattie acquisite possono essere provocate da:

  • infezioni del canale
  • alimentazione non corretta
  • corpi estranei
  • cisti
  • ciglia ectopiche (cioè poste in posizione non corretta)
  • patologie adiacenti agli apparati di drenaggio ecc.

Il mio cane ha una lacrimazione eccessiva e si macchia di rosso il pelo: cosa devo fare?

lacrimazione occhi cane macchie rosse

Cane con occhi macchiati di rosso

Se sei in possesso di un cucciolo, quindi un cane molto giovane che ha dei problemi di questo genere, il mio consiglio è di recarti presso un veterinario specialistain oculistica che possa farti un esame approfondito della condizione anatomica del tuo peloso e che possa escludere la presenza di patologie congenite.

Per fare questo, potrebbe essere necessario anche l’uso di diagnostica per immagini specialistica (tac o Risonanza).

Se il problema è legato ad anatomia non corretta potrebbe essere necessaria la sua risoluzione chirurgica.

Per comprendere meglio i problemi oculari e la loro gestione, ti consiglio di ascoltare il seminario tenuto dalla dott.ssa Chiara Paratici esperta oculista.

Qualora il problema insorga sul cane adulto, è più probabile che ci sia un problema legato ad un fattore esterno e, a seconda di come si presenta, dovrà essere valutato sempre dal proprio veterinario, soprattutto in caso di occhio dolente che viene tenuto chiuso o con secrezione agli occhi densa e gialla.

Le secrezioni normali possono invece essere:

  • piccole concrezioni nere o marroni, secche e/o appiccicose
  • secrezione grigia gelatinosa, soprattutto la mattina

Questi possono essere dovuti a piccole porzioni di lacrime che, durante la notte sono fuoriuscite e si sono mischiate a polvere o sporco e sono del tutto normali.

Una volta escluse le patologie più importanti e valutato che è solo una questione estetica di maggior colorazione, ecco quali potrebbero essere le soluzioni.

Alimentazione e secrezione oculare

Considerando che uno dei motivi per cui si può avere un eccessiva lacrimazione è legato anche a problemi di tipo alimentare, per eccesso di sostanze che possono infastidire il cane (Reazioni Avverse al cibo), il primo tentativo da fare è certamente quello di farsi prescrivere una dieta privativa che possa mettere in evidenza possibili intolleranze.

Come pulire gli occhi al cane

Se il tuo maltese o barboncino ha spesso gli occhi bagnati, un modo per evitare che si ossidi è quello di pulirlo spesso e asciugare il pelo per evitare che le lacrime rimangano più a lungo attive su di esso.

Per farlo non devi assolutamente utilizzare disinfettanti che rischierebbero di essere troppo aggressivi e ridurrebbero le difese immunitarie del cane.
Per asciugare il pelo puoi utilizzare un normale fazzoletto e per far si che le lacrime vengano maggiormente assorbite da altro e non dal pelo, puoi usare della fecola di patate (in piccola quantità) in modo che sia lei ad assorbire le lacrime.

Una volta asciugata la rimuovi delicatamente con un panno.

Cosa non fare se il pelo del cane è macchiato di rosso

Esistono degli integratori che promettono di dare risultati.

Io, personalmente, non amo questi espedienti, perché se è vero che possono (ma non sempre) dare risultati in un senso, ho il timore che possano poi essere nocivi dall’altro, soprattutto a lungo termine.

Inoltre, somministrare sostanze solo per una questione estetica, non lo trovo un buon consiglio.

In ogni caso, devono essere sempre e solo somministrati sotto indicazioni del medico, perché hanno influenza anche a livello tiroideo essendo a base di alghe.

Al solito, se è vero che si può dare un integratore, significa che il problema può essere risolto con una buona dieta, corretta e personalizzata per il cane.

Esistono anche prodotti sbiancanti il pelo del cane.

È assolutamente sconsigliato il loro utilizzo, perché possono essere davvero troppo aggressivi per la pelle, seccano il pelo e lo rendono più fragile esponendolo a possibili dermatiti.

Come fare se la lacrimazione del cane macchia di rosso?

lacrimazione occhi cane pelo bianco

Lacrime nel cane con pelo bianco

Oltre a poter accettare che il pelo non sia bianco, se proprio vuoi ridurre il suo colore, sappi che se è una forma congenita ci sarà poco da fare.

Una buona alimentazione può ridurre il problema, ma se il pelo si è ossidato non esistono magie che possano rimediare.

Una buona gestione della situazione può però migliorare.

Insieme alla dieta, per idratare la cute mentre tieni asciutto il pelo, puoi aiutarti anche con uno spray a base di aloe vera e acido borico (in bassa concentrazione) che aiuta molto ad avere una corretta igiene.

I seminari Dog's Health: come gestire la lacrimazione degli occhi nel cane

About the Author /

silviacamnasiob@gmail.com

Medico Veterinario Silvia Bonasegale Camnasio