pulire il cane in inverno

Come mantenere pulito il cane in inverno

Uno dei problemi più importanti per te che hai un cane è come mantenerlo pulito per poter vivere accanto a lui in salute e sicurezza.
Inoltre, se sale su divani, letto e sulla tua poltrona preferita, potresti voler avere la serenità di un manto non puzzolente.
In questo articolo vediamo cosa dobbiamo fare per avere un cane sano e pulito in casa, senza doverlo, per forza, tenere sotto una campana di vetro.

Perché è utile lavare il cane

È credenza popolare che il cane non debba mai essere lavato o che, possa essere lavato poche volte l’anno. Molti pensano al canide in natura il quale non si lava.

La verità è che il lupo (canide per eccellenza) non vive in casa con noi e non potrebbe farlo senza venire lavato: avrebbe un odore piuttosto forte e potrebbe portare parassiti che infesterebbero anche noi.

Oggi la vita di relazione con il cane è profondamente cambiata e la conseguenza più ovvia è la necessità di migliorare l’igiene del manto per poter convivere in casa senza disagio.

Quindi il cane va lavato regolarmente a intervalli regolari. La frequenza del lavaggio dipende dal tipo di cane e dallo stile di vita.
Anche i cuccioli vanno lavati, seguendo regole di buon senso.

A volte, però, soprattutto in cani di grossa taglia, magari non perfettamente socializzati, non solo è difficile fare un lavaggio (un pastore maremmano può essere complicato da lavare in casa, con frequenza, soprattutto in inverno) ma è anche complicato farlo fare a terze persone come i toelettatori.

In questo caso può essere utile fare uno lavaggio parziale, utilizzando un normale shampoo, come fosse un prodotto a secco.

Tra un lavaggio e l’altro e nel quotidiano però è utile prendere altri accorgimenti: vediamo le situazioni che capitano più di frequente.

Pulire il cane al rientro dalla passeggiata

zampe sporche caneQuando porti fuori il cane (e bisogna sempre farlo, anche se piove o c’è il brutto tempo) è bene che, al rientro, venga asciugato e pulito.

Dovrai avere sempre a disposizione asciugamani vecchi per poter tamponare il pelo bagnato (se non utilizzi un impermeabile) o le zampe che andranno deterse in modo adeguato.

La detersione è necessaria, soprattutto per i cani che salgono sui divani e sul letto.

Per ottenere un’igiene più profonda è bene non utilizzare prodotti troppo aggressivi ma che, oltre a essere in grado di pulire adeguatamente, idratino e mantengano in equilibrio l’omeostasi cutanea.

Quindi, dopo aver tolto il grosso dello sporco con un panno ruvido, potrai spazzolare il pelo utilizzando spazzole, pettini o guanto a seconda della lunghezza del pelo.
Per le zampe potrai igienizzare con un detergente adeguato.

Lo stesso comportamento lo potrai avere anche se il cane ha accesso a un giardino esterno.

Quanto spazzolare il cane?

pulire il pelo del cane in muta

Pelo del cane in muta

Un’altra operazione utile per mantenere pulito il cane è la spazzolatura quotidiana.

In caso di perdita di pelo, spazzolarlo quotidianamente può essere utile per cercare di raccogliere la massima quantità di peli sulla spazzola, ma se il cane è in muta c’è poco da fare, dovrai dotarti di aspirapolvere potente e pazienza.

Usare uno spray idratante per il manto, può essere utile per aiutare a staccare più facilmente il pelo. L’alternativa, se no, è quella di prendere un cane di razza che non perde il pelo, come lo Yorkshire o il Maltese.

La spazzolatura quotidiana è utile anche per mantenere pulito il manto.

Soprattutto se si utilizzano prodotti idonei a togliere ciò che può rendere meno pulito il pelo:

  • terra
  • polvere
  • allergeni
  • vegetali

sono tutte cose che possono accumularsi sul pelo del cane durante l’uscita. Al rientro, quindi è bene effettuare una pulizia veloce, anche utilizzando spray che aiutino la rimozione, idratino e rendano la spazzolatura (o il passaggio del guanto) più semplice.

Inoltre, l’uso di prodotti idonei consente al manto di rimanere anche più profumato.

Attenzione però alle profumazioni troppo aggressive! Di solito sono ottenute da sostanze non totalmente naturali e che potrebbero risultare fastidiose per il cane e per la sua salute.
Quindi è bene prediligere prodotti con pochi componenti all’interno, controllabili e che non abbiamo profumazione troppo aggressiva. (Hai mai provato lo Spray Pelo Lucido?)

Cosa non utilizzare per l’igiene quotidiana del cane.

Attenzione ai rimedi della nonna.
In rete si legge spesso di rimedi più o meno improvvisati:

  • aceto di mele – questo rimedio, utilizzato anche diluito può essere irritante, soprattutto su cute sensibile. L’aceto, infatti è un forte sgrassatore e non ha alcuna proprietà idratante, regolatrice e normalizzante, capacità utili in caso di prodotti da usare con regolarità
  • salviettine alla clorexidina – molto utilizzate soprattutto per igienizzare, sono piuttosto dannose se utilizzate con regolarità. La clorexidina è un disinfettante chirurgico che risulta troppo aggressivo riducendo in modo drastico la microflora batterica cutanea che serve alla cute del cane per rimanere in salute.
    Inoltre, per mantenere umide senza ammuffire questi prodotti hanno al loro interno una grande quantità di sostanze chimiche atte alla loro conservazione che spesso, non sono benefiche da lasciare sulla cute del cane.
  • acqua ossigenata, amuchina, candeggina anche diluita –  sono tutti prodotti che non vanno utilizzati perché troppo aggressivi.

Quali parti pulire tutti i giorni?

Ci sono azioni che dovrebbero essere ripetute quotidianamente sul nostro cane, in particolare se il peloso ha l’abitudine di essere in casa con te sul divano e sul letto:

  • pulizia delle zampe – al rientro dalle passeggiata con asciugamano sempre, la sera anche con un igienizzante
  • pulizia dei genitali – la sera, dopo l’ultima uscita, con igienizzante idoneo
  • pulizia delle labbra –  in particolare per i brachicefali

Quali parti pulire più volte a settimana

spazzolare il pelo del cane

Spazzolare il pelo del cane

Il cane sano di solito ha bisogno di igiene più profonda tutti i giorni se si bagna, come abbiamo visto più su, ma alternativamente basta una spazzolatura quotidiana utilizzando uno spray idratante a giorni alterni. Altre parti da pulire alla bisogna e comunque almeno un paio di volte a settimana sono:

  • occhi – con una pezza pulita si spruzza una piccola quantità di spray idratante e detergente e si passa sull’occhio
  • ruga del naso – nei brachicefali in particolare la parte va mantenuta pulita se il cane ha l’abitudine di sporcarsi molto con il cibo o altro (scavando ad esempio). In quel caso si deve pulire tutti i giorni, ma se rimane pulito si può fare un paio di volte a settimana
  • orecchie – nonostante le orecchie del cane non necessitino di essere pulite di frequente, in particolare se sono sane, il padiglione esterno può essere deterso con delicatezza con prodotti delicati e dedicati come prodotti a base di oli essenziali.

Bene, per oggi è tutto!

Se vuoi saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle novità di Dog’s Health, unisciti alla nostra community Facebook.

I seminari Dog's Health: Spray Purifyl

About the Author /

silviacamnasiob@gmail.com

Medico Veterinario, si dedica alla divulgazione di buone pratiche cinofile, scrivendo testi medici comprensibili per tutti.