yorkshire terrier

Yorkshire Terrier: Scopriamo una razza meravigliosa

Yorkshire Terrier

Lo Yorkshire Terrier è una razza  da compagnia considerato erroneamente come un semplice cane da casa. In realtà ha origini antiche ed è un cane tutt’altro che tranquillo. Scopriamolo insieme.

Le origini

Nasce in Inghilterra come cacciatore di topi.
Vive nelle miniere, ma ben presto grazie alla sua bellezza, al suo manto meraviglioso e setoso, viene notato da grandi allevatori che cominciano ad iscriverlo a gare canine e a selezionare la sua taglia.

I capostipiti dei nostri Yorky pesavano 6/7 kg, ma grazie alla selezione siamo arrivati al nostro standard attuale.

Da cane da lavoro diventa il cane da salotto per eccellenza, ma non scordiamoci che nelle sue vene scorre il sangue dei terrier.

Il carattere

yorkshire carattere

Yorkshire: un grande amore

Il carattere del terrier è fiero, non ha paura di nulla, con un cuore di leone in quel piccolo corpo allegro e vivace.

Lo Yorkshire è, quindi, un cane ostinato e fiero, che cercherà di prendere padronanza della casa e del tuo cuore.
Piccolo, attentissimo e proattivo, per evitare di avere un adulto isterico e viziato è utile cominciare fin da piccolo ad educarlo con amore ed in egual misura tanto polso fermo, se non vorrai che in breve tempo ti metta le zampe in testa.

Non deve essere timido, ma non è neanche un cane che va con chiunque da solo: un “capo branco” o “grande amore” all’interno della famiglia e per lui darebbe la sua vita.

Non necessità di molto spazio ma di certo di molto amore.

Spesso mi fanno questa domanda. Meglio maschio o femmina?
La femmina è più indipendente e attiva, il maschio più coccolone e attaccato alla famiglia.

Se ben educato lo Yorky è anche un perfetto compagno di viaggio.

È vero che gli Yorkshire abbiano molto?

Molto spesso quando qualcuno arriva a trovarmi e viene accolto dai miei Yorky festanti resta allibito, quasi sconcertato da quanto i miei cani siano solari e ospitali.
In molti pensano siano strani, perché non abbaiano.

Ebbene sfatiamo il mito che lo Yorky siano un cane stupido e abbaione.

Il carattere è genetico!!
Come tutto il resto, infatti per anni ho cercato in mezza Europa e non solo, linee di sangue che, oltre ad avere soggetti belli e sani avessero caratteri equilibrati che non avessero perso la loro natura di terrier felice e allegro, ma che sapessero anche relazionarsi con il mondo estero.

Certo, oltre alla genetica molto fa la socializzazione e l’imprinting, un processo grazie al quale, l’animale impara a riconoscere la propria specie e l’uomo.

Come educare un cucciolo di Yorkshire Terrier

cucciolo yorkshire terrier

Cucciolo Yorkshire Terrier

L’imprinting costituisce la prima fase di apprendimento dei cuccioli, è il periodo di vita che va dalla quarta all’ottava settimana.
Questa è la fase più importante per il suo sviluppo psicologico.

Una mancanza parziale o totale di imprinting può provocare nel cane dei danni comportamentali.

L’imprinting dei cuccioli è la fase in cui imparano a relazionarsi non solo con i propri simili ma anche con la figura umana.
Molto importante è il ruolo dell’attento allevatore in questa delicata fase: più tempo si passerà con i cuccioli più il loro amore per le persone sarà grande da adulti.

Il cucciolo deve venire in contatto con determinati stimoli:

  • altri cani
  • persone
  • oggetti
  • giochi
  • rumori
  • ambienti differenti
  • la macchina
  • la toelettatura (l’essere maneggiato) ecc ecc.

per imparare a riconoscerli e a reagire ai medesimi in maniera serena.
Se questo non succede, una parte della sua capacità di captare gli stimoli esterni, purtroppo si atrofizzerà e, una volta divenuto adulto, avrà problemi di ansia o di insicurezza di fronte a situazioni che per noi possono essere normali ma che lui o lei hanno conosciuto in età troppo avanzata.

Per il cucciolo in accrescimento il primo punto di riferimento del cane è sicuramente la madre.

Questa diventa il suo modello da imitare e da seguire, insegnando le regole fondamentali della vita sociale, trasmettendo i codici di comportamento essenziali per le reazioni intra e interspecie.

Socializzazione dello Yorky

Anche il gioco con i fratelli è fondamentale: a partire dalla sesta settimana i cuccioli imparano ancora di più a giocare tra di loro, inseguendosi, nascondendosi o lottando.

Il gioco è per loro una vera palestra di vita e, se viene a mancare, molto probabilmente crescerà con dei grossi problemi comportamentali.

Quindi alla luce di tutto questo, la permanenza del cucciolo con la madre e i fratellini deve durare almeno 3 mesi.
È proprio grazie alla madre che il cucciolo imparerà ad essere adulto.

Diffida di chi ti vuole consegnare un cucciolo a 60 giorno, è vero che è finito lo svezzamento, ma manca completamente lo sviluppo psicologico.
Non pensare “lo cresco come voglio io” la scuola della madre e del buon allevatore ti consegnerà un cucciolo con solidità sia fisica che mentale.
Instaura un buon rapporto con l’allevatore e segui i suoi consigli per come continuare la 2 fase della sua crescita.

Come si alleva lo Yorkshire?

allevamento yorkshire terrier

Anna Golino: allevatrice di Yorkshire Terrier

Allevo questi cani da quasi 20 anni, mettendoci il cuore!
Non ci sono festività comandate, cene o impegni mondani ma solo un grande senso del dovere.

Ho deciso di impostare il mio allevamento prima di tutto sulla salute e tipicità della razza e poi sulla bellezza.

Prima di iniziare il percorso riproduttivo i miei Yorky vengono sottoposti a tutti i test genetici per evitare il più possibile problemi di salute nelle future discendenze.
Qualunque buon allevatore di qualunque razza dovrebbe farlo.

Solo nel 2018 dopo molto tempo dal mio inizio ho deciso di chiedere l’affisso ENCI-FCI, trattasi di un riconoscimento internazionale che distingue il mio lavoro di allevatore, dando una sorta di “cognome” a tutti i cani che nascano a casa mia.

Scelsi “Again Gold Seal” dedicato al mio campione Delivo’s Ballantines Gold Seal un esemplare magnifico, non solo bello ma soprattutto sano e che riproduce soggetti della sua stessa qualità.

Problemi dello Yorkshire Terrier: quali malattie può avere?

Ma quali sono le patologie tipiche di razza? Che test dovrebbe esibire l’allevatore?
Ecco un elenco delle patologie sempre più presenti in quei soggetti troppo piccoli, nati probabilmente da consanguineità troppo strette o incroci strani o, peggio ancora, rimasti di piccolissima taglia perché non sono stati né alimentati né sverminati in maniera corretta:

  • dentature deboli e incomplete (non c’è abbastanza spazio in bocca) e conseguenti problemi di alimentazione
  • occhi globosi, sporgenti, facilissimi ad infiammazioni e irritazioni e – per alcune razze – predisposti al distacco della retina
  • fontanella del cranio aperta anche nell’adulto, con conseguente estrema delicatezza del cranio stesso (in pratica il cane può morire cadendo da venti centimetri di altezza)
  • soggetti idrocefali
  • schiene ingobbite (cifosi)
  • zampe corte e storte
  • rachitismo
  • lussazione della rotula
  • patologie cardiache
  • shunt epatici
  • epilessia

Il pedigree è la carta d’identità del cane, il solo documento che ci dice che il tal soggetto appartiene alla tal razza ma non ci può dire se è sano, malato o portatore di patologie congenito/genetiche.
Sarà quindi  la serietà dell’allevatore a dare garanzie di buona salute dei suoi riproduttori attraverso test del DNA che attestino l’assenza di malattie geneticamente trasmesse e test di valutazione per l’esenzione di malattie non trasmissibili geneticamente ma di tipo familiare.

Dentatura e tartaro negli Yorky

Un altro luogo comune da sfatare è sostenere che lo Yorky, come tutti i cani di taglia piccola, hanno problemi di tartaro.

Sicuramente sono molti i fattori che incidono sul formarsi prima della placca e poi il tartaro, ma una buona igiene orale quotidiana o quasi e regolare controllo veterinario di sicuro aiuterà il nostro piccolo Yorky a mantenere più possibile i suoi denti sani e forti.
Fin da piccoli massaggio le gengive dei cuccioli con le dita a volte sporche con qualcosa di dolce quindi tutti i miei cuccioli e adulti associano questa manovra come quasi un premio.
Fin dai primi mesi la sera mi munisco di un piccolo ditale di microfibra dove metto del dentifricio e massaggio tutti i denti non solo gli incisivi, poi prendo un altro piccolo ditale in microfibra bagnato e risciacquo tutto.

Se fatto regolarmente l’operazione è semplice e per il piccolo fa parte della normalità.

Molto spesso, al cambio denti, ovvero quando il nostro piccolo yorky perde i dentini da latte e passa alla dentatura definitiva, ci troviamo di fronte al “canino doppio”.
Il canino da latte non cade ma si affianca al definitivo: cosa fare in questo caso?

A mio modesto parere se si ha cura della sua igiene orale e si evita il deposito di cibo fra un canino e l’altro possiamo evitare di sottoporre il nostro piccolo amico ad un anestesia solo per la rimozione del canino, possiamo aspettare la sterilizzazione o la prima detartrasi ma questa decisione deve essere sempre presa dopo il consulto con il vostro veterinario.

Taglia dello Yorky: quanto deve essere grande?

La taglia dello Yorkshire Terrier è unica. Lo standard non fissa l’altezza ma solo il peso: 7 LIBBRE INGLESI ovvero lo standard di razza dice che il suo peso massimo non vede superare i 3,200 kg.

Chi è convinto che esistano più varietà di yorkie differenziate dall’altezza, nella maggior parte dei casi è finito nelle mani di commercianti con pochi scrupoli.

Ecco perché ci tengo a sottolinearlo: lo Yorkshire terrier non ha taglie!

Capita che nascano Yorkshire molto piccoli.
Quando capita però, non li faccio riprodurre per 2 motivi:

  1. Rispetto dello standard
  2. Perché cagnolini così piccoli rischiano di morire di parto!!

Sono cani da compagnia che possono nascere più piccoli della media ma non sono né rarità né frutto di grandi selezioni.

Solo per citare alcune razze tanto pubblicizzate e vendute, spesso senza documenti (e quindi sono meticci venduti come di razza):

Bene, per oggi è tutto, nel prossimo articolo ti parlerò della gestione del pelo dello Yorkshire, altro argomento molto delicato a cui tengo molto!!

Se vuoi saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle novità di Dog’s Health, unisciti alla nostra community Facebook.

I seminari Dog's Health: Tutto sullo Yorkshire Terrier

About the Author /

ladyanna.golino@gmail.com

Meglio nota come Ladyannayorky, proprietaria dell'allevamento AGAIN GOLD SEAL Yorkshire, "cani che allevo, sempre nel rispetto della loro dignità di essere viventi, soggetti equilibrati e mai isterici abbaioni".